Isole che Parlano ai bambini

Laboratori a misura di bambini e ragazzi

Ideati e a cura di Alessandra Angeli
Polo Culturale Montiggia
Dal 3 al 5 settembre dalle ore 9.30 alle 12.30

 

I ‘laboratori a misura di bambini e ragazzi’ saranno dedicati ad un uso creativo di “antiche e moderne” tecnologie, la Tv a circuito chiuso, con il percorso di Videattivo che consente di superare i vincoli delle narrazioni televisive ed esplora il campo, molto pittorico, dei ritmi grafici, cromatici e luminosi che sanno raccontare emozioni;  alla Musica e il Gioco un progetto in cui bambini e ragazzi imparano ad esplorare il linguaggio musicale dall’ascolto, alla creazione di uno strumento e al suo utilizzo;
al processo audiovisivo (la stesura del soggetto, il linguaggio delle immagini, le riprese video e sonore, il montaggio) volto alla creazione di un cortometraggio documentario sulle tematiche dell’uguaglianza e della diversità.

Le attività si terranno presso il Polo Culturale Montiggia dal 3 al 5 settembre, dalle 09.30 alle 12.30



1) VIDEOATTIVO
Curiosi punti di vista insolite visioni

Laboratorio con la TV a circuito chiuso
di Vinz Beschi e Irene Tedeschi in collaborazione con la Fondazione PInAC
(Partecipanti di età compresa tra 6 e 8 anni)

Videoattivo invita a esplorare e scoprire nuovi significati, nuove “bellezze” e nuovi colori e aspetti nella realtà più “banale” degli oggetti che solitamente abbiamo intorno.
Il percorso di Videoattivo consente di superare i vincoli delle narrazioni televisive ed esplora il campo, molto pittorico, dei ritmi grafici, cromatici e luminosi che sanno raccontare emozioni, ma soprattutto dicono del piacere percettivo del segno realizzato attraverso il gioco, il movimento, lo spiazzamento del punto di vista.
L’attività, ad alto contenuto creativo, ha uno sviluppo basato su una continua sperimentazione di eventi visivi “in diretta”, creati mediante il gioco compositivo. Si lavora attorno ad una postazione televisiva che prevede lo spiazzamento del punto di vista consentendo di realizzare “in diretta” eventi visivi ottenuti attraverso la manipolazione di materiali (strutturati e non), e del corpo nella sua presenza plastica situata nello spazio.
L’obiettivo è sperimentare il valore dello schermo TV come specchio elettronico da interrogare – foglio da disegnare – piatto da riempire – luce da modellare – teatro da animare. Alla postazione TV a circuito chiuso, si invitano bambine e bambini, a giocare sul piano di lavoro con corpo, mani, bocca, piedi, utilizzando anche una serie di materiali di uso comune: farina, dentifricio, pasta, salsa di pomodoro, zucchero, etc.


2) Musica e Gioco

Laboratorio di musica e integrazione
a cura di Danilo Mineo e Pasquale Mirra
(Partecipanti di età compresa tra 8 e 12 anni)
Incontro preliminare domenica 2 settembre ore 17.30

 

 

Musica e Gioco è un progetto didattico che mette insieme ecologia e musica, che stimola la creatività, il pensiero laterale, la capacità di ascolto.
I bambini imparano ad esplorare tutta la catena, dalla musica, dall’ascolto, quindi il desiderio di imitare un suono ascoltato, fino alla creazione dello strumento e al suo utilizzo per produrre musica. Si tratta di un vero percorso musicale, i bambini cominceranno attraverso il gioco a conoscere il proprio corpo, scopriranno l’utilità dei propri arti utilizzandoli come un vero strumento a percussione (body percussion). Questo permetterà loro di percepire con maggiore attenzione il suono e le sue principali caratteristiche: ritmo, movimento, pausa, che tante affinità hanno con il quotidiano della vita. Dall’esplorazione della musica attraverso il proprio corpo si passerà all’esplorazione e conoscenza di vari strumenti a percussione provenienti da varie aree del mondo. Giochi musicali si alterneranno alla costruzione di oggetti e strumenti sonori con materiali di riciclo quali tappi, scatole di pizza, bottiglie, legnetti e altri ancora. Tema guida sarà l’elemento acqua ed il mare.
Lo strumentario del tutto ecologico creato dai bambini e ragazzi durante il laboratorio, verrà utilizzato come mezzo sonoro per eseguire una conduction (prova concerto).

3) Così uguali, così diversi

Laboratorio video a cura di Simone Ciani
(Partecipanti a partire dai 12 anni)
Incontro preliminare domenica 2 settembre ore 17.30

 

Cos’è che ci accomuna agli atri, cos’è che ci rende uguali a qualsiasi essere umano, indipendentemente da aspetto, età, genere e provenienza? E cosa invece ci rende differenti dagli altri, cos’è che fa di noi qualcosa di unico ed inimitabile? L’ambiente che ci circonda, il nostro sapere, i mezzi di comunicazione e di trasporto di cui disponiamo, le scelte che facciamo, ci portano nell’una o nell’altra direzione?
Se la globalizzazione sta portando a una gererale omologazione degli individui, c’è una dimensione nella quale siamo ancora straordinariamente irripetibili? Se la paura e la diffidenza dell’altro ci portano sempre più a cercare conferme nella nostra identità, continueremo ad essere curiosi di scoprire e conoscere gli altri?

A queste ed altre domande cercheremo di trovare una risposta attraverso il mezzo audiovisivo, in un percorso che porterà i ragazzi a raccontare come vedono ciò che li circonda, sperimentando con loro le potenzialità espressivo-creative della telecamera usata come mezzo per esplorare la realtà o per la sua reinvenzione.
Il laboratorio concentrerà in tre giorni il processo di produzione che porta alla realizzazione di un cortometraggio documentario. In questo percorso verranno toccati i temi fondamentali del processo audiovisivo: la stesura del soggetto, il linguaggio delle immagini, le riprese video e sonore, il montaggio.
Il progetto si svilupperà partendo dalla fase della progettazione creativa, stimolando i ragazzi ad elaborare un percorso sulle tematiche dell’uguaglianza e della diversità.

Come Iscriversi ai laboratori

Come funziona…quando, dove, come!

 followusisole-fb isole-twit isole-youtube isole-gplus isole-instagram