Kanuteh-Kone Duo

(Gambia-Mali)

Prenota ora Jabel Kanuteh (Gambia)

Kanuteh – Kone duo (Gambia-Mali) 

Jabel Kanuteh kora, voce
Kalifa Kone balafon, n’goni, percussioni

Sabato 12 settembre 2020 saranno i resti del suggestivo Palazzo di Baldu a Luogosanto – una delle più importanti testimonianze della vita medioevale del Giudicato di Gallura, lo stato sovrano esistente tra il 1020 e il 1296 nel nord Sardegna – a ospitare, alle 11:30, l’appuntamento annuale con l’incontro/lezione che vedrà in dialogo quest’anno Jabel Kanuteh e il maliano Kalifa Kone e, subito dopo, alle 12:00, l’inedito concerto che mette a confronto la cultura griot del Gambia con quella del Mali: un incontro all’insegna dell’improvvisazione tra due grandi interpreti e innovatori della tradizione, che hanno scelto l’Italia come terra in cui far fiorire la loro creatività musicale.

un confronto la cultura griot del Gambia con quella del Mali:

un incontro all’insegna dell’improvvisazione tra due grandi interpreti e innovatori della tradizione, che hanno scelto l’Italia come terra in cui far fiorire la loro creatività musicale

JABEL KANUTEH suona e canta la musica tradizionale dell’Africa Occidentale con la kora, strumento antichissimo a 21 corde.
Per secoli i re degli antichi imperi africani hanno consegnato le loro storie ai poeti griot, perché le rendessero eterne ed immortali cantandole fra fiere e villaggi; di generazione in generazione i frammenti di quelle vicende hanno attraversato terre, guerre e carestie, salvandosi nel suono della parola viva.
Jabel ha ricevuto il titolo di griot- “colui che ha ereditato il dono della parola”- dai suoi avi, ma la sua storia non si è fermata dentro i confini del suo paese: Jabel è partito, lasciandosi alle spalle tutto tranne il sapere della musica, la memoria del suo popolo. Dopo un lungo viaggio tra deserto e mare, attraverso Mali, Burkina, Niger e Libia, Jabel ha raggiunto le coste italiane e oggi vive a Fano.
Ha partecipato al vari festival internazionali e recentemente si è esibito al Quirinale insieme a Paolo Angeli.

KALIFA KONE, nato a Bamako, suona la batteria ma soprattutto diversi strumenti tradizionali diffusi con differenti varianti in tutta l’Africa nera occidentale: djembe, doun doun , bara, balafon, tama, calabasse, ngonì. Fin da giovanissimo l’ascolto e l’osservazione degli anziani nelle cerimonie lo ha portato a sviluppare tecniche antiche di esecuzione e a suonare con diversi gruppi diffusi sul territorio di Bamako e nel 2000 a entrare a far parte dell’Orchestra Nazionale del Mali come batterista. Con i Bitons of Segou ha pubblicato un album ed è stato invitato dal cugino Bassidi a far parte del gruppo Bwazan. Kalifa ha collaborato con Paul Chandler nella Scuola americana di Bamako e lavorato nello Studio Mali come batterista e percussionista professionista con Ballakè Sissoko Inoltre ha partecipato a diversi tour nell’Africa Occidentale, accompagnando cantanti maliani di fama internazionale come Oumou Sangare, Djeneba Seck, Abdoulaye Diabaté, Modibo Diabate, Nabitou Diakité, Yorro Diallo, Mah Bara Soumano e Sidiki Camara.

Incontri, proiezioni e concerti a ingresso gratuito, posti limitati,
prenotazione obbligatoria

 followusisole-fb isole-instagram isole-youtubeisole-twit

CHIUDI
CHIUDI