Maurizio Mantani e Elis Ferracini di Féma Teatro

,
Maurizio Mantani e Elis Ferracini di Féma Teatro

FèMa Teatro è la formazione artistica composta da Elis Ferracini e Maurizio Mantani, entrambi burattinai di ventennale esperienza.
FèMA nasce dall’abbreviazione dei cognomi dei due componenti della compagnia, ma la parola FèMA è anche il romagnolo di fame, quindi il teatro della fame, mia nonna -racconta Maurizio- diceva sempre degli attori che d’estate venivano a casa nostra dagli anni ’50 ai ’70; i’an na fèma da cumedient… – hanno una fame da commedianti…Non è cambiato molto da allora gli attori hanno ancora fame, forse di più, ma la nostra fame è anche quella di mettere un scena il mondo che ci circonda, è la fame di un teatro che serva a qualcosa. La compagnia ha ricevuto a maggio 2017 il premio Ribalte di Fantasia indetto dalla rivista Il Cantastorie  “all’Arte come IMPEGNO CIVILE” – a Maurizio Mantani e Elis Ferracini della compagnia FèMA Teatro – Burattini Resistenti per lo spettacolo UNA STORIA D’IMELDA”.

http://www.femateatro.it

 

 

Elis Ferracini
Socio fondatore dell’Ass.ne Cult. L’AllegraBrigata-Sinetema, Elis è nato a Busto Arsizio nel 1966. Dall’inizio degli anni ’90 si occupa di teatro di animazione e di burattini, proseguendo la tradizione lasciatagli in eredità dal padre, Rimes. Ha prodotto svariati spettacoli, alcuni dei quali gli sono valsi riconoscimenti a livello nazionale: il Premio ai Bravi Burattinai d’Italia, il Premio Nuove Mani, il Premio Benedetto Ravasio, il Premio Figure del Futuro, per citarne alcuni. Ha collaborato con Compagnie quali il Teatro del Buratto di Milano e Teatro Gioco Vita di Piacenza, mentre diverse sono state le apparizioni televisive (rete4, canale5, RaiSat ragazzi) ed una partecipazioni a “Corti”. Si occupa di formazione anche in ambito universitario, dove approfondisce i temi dell’animazione teatrale e del teatro d’animazione e scolastico, oltre che di “teatro e sociale”, nel cui ambito collabora con diverse realtà ed enti impegnati sul terreno del disagio sociale e psichico. Partecipa a diverse “missioni teatrali” in zone di crisi in Italia e all’estero. Firma le regie degli spettacoli di AllegraBrigataSinetema, ai quali partecipa anche come attore, e cura le produzioni di altre compagnie nazionali. Direttore artistico di diverse rassegne teatrali, è membro della giuria del Premio ai Bravi Burattinai d’Italia a Silvano d’Orba, del quale organizza il percorso formativo Sipario d’Orba. Nella sua formazione artistica, oltre al padre Rimes, spiccano figure di rilievo quali Tinin Mantegazza, Gianluigi Gherzi e Walter Broggini. Ha frequenato la triennale Scuola di Drammaterapia di Lecco, la Civica Scuola d’Animazione Pedagogica e Sociale di Milano, e la http://www.liit.it/liit/.
Con Maurizio Mantani – Teatrino di Carta, Bologna – costituisce FèMateatro e realizza nel 2013 lo spettacolo di burattini “Una storia d’Imelda”, avente a tema le questioni del fascismo e della lotta partigiana di Liberazione dell’Italia dalla dittatura.

 

 

Maurizio Mantani
Dal 1987 si dedica all’attività di attore partecipando tra l’altro agli spettacoli: Giorni levrieri di Claudio Bacillieri – (Teatro della Piramide, Roma), I Cerimoniali di Maggio di Gianfranco Ferri- (Teatro Testoni, Bologna), Notte della Libera Associazione Pedro – (Teatro la Soffitta, Bologna), L’immondizia, la cittïà e la morte dal testo di R.W. Fassbinder – (Isola nel Kantiere, Bologna), B.E.N.E. (Magazzini del sale, Venezia-stazione ovest di Zagabria), B.E.N.E. new entry (Teatro comunale di Casalecchio), Mi ami ancora? (Stazione ferroviaria di Tavernelle, Bologna) con Orchestra Stolpnik, 9156 di Rosaspina un teatro – (teatro delle passioni, Modena), “Jack e il fagiolo magico” (Il cassero e Sala Borsa Bologna) con la compagnia Laminarie. Nel 1993 fonda assieme a Monica Rami la compagnia di teatro di figura Il Teatrino di Carta. Dal 1996 fa parte dell’ associazione Il Cetrangolo con la quale ha realizzato “Catena” (Mylos Center, Salonicco), “Il Gregge e l’Angelo” (Museo di Sezze Romano, latina), Approdo (festfestival di Bologna), Il lupo nel presepe(spettacolo di strada). Nel 1998 lavora con l’attore/regista Marco Mercante con lo spettacolo “OTELLO TITOLO PROVVISORIO” progetto finalista al premio scenario 1999/2000. Nel 2005 è cofondatore dell’Associazione teatrale TeatrinIndipendenti

Skills

Posted on

17 agosto 2017

 followusisole-fb isole-twit isole-youtube isole-gplus isole-instagram