Cuncordu e Tenore de Orosei

(Sardegna)

Sabato 11 settembre 2021
Palau
Fortezza di Monte Altura
Ore 17,30
Di Granito XVI Edizione

Musiche tradizionali tra sacro e profano
sonorizzazione della Roccia dell’Orso
dedicata a Pietro Sassu e Mario Cervo

 

PrenotaCuncurdu e Tenore de Orosei (Sardegna)Cuncurdu e Tenore de Orosei (Sardegna)

Cuncurdu e Tenore de Orosei (Sardegna)

Massimo Roych (Voche del Cuncordu, trunfa, pipiolu, bena)
Mario Siotto (Bassu, trunfa)
– Gian Nicola Appeddu (contra, trunfa)
– Piero Pala (Voche, Mesuvoche)
– Tonino Carta (Voche del Tenore)

Il Cuncordu e Tenore de Orosei, nato nel 1995, è riconoscibile tra gli interpreti nel vasto panorama delle musiche vocali sarde per l’eccezionale tipicità di interpretazione e per la peculiarità del  repertorio, che abbraccia entrambe le forme della tradizione vocale di Orosei: quella del canto sacro, tipica delle confraternite religiose, e quella profana del canto a tenore. 

Questa combinazione fa del Cuncordu e Tenore de Orosei, un custode fedele dell’eredità musicale ricevuta dai cantori anziani.

Il gruppo esegue nelle due particolari modalità a Tenore e a Cuncordu, i Gotzos (canti della Passione di Cristo), i balli tradizionali, le serenate d’amore e tutto il repertorio canoro sacro e profano del loro paese (Orosei è l’unico paese in Sardegna dove le due modalità di canto non hanno conosciuto interruzioni nel tempo).

Con la stessa passione sono disposti all’indagine e all’incontro con altre espressioni musicali: al Konzerthaus di Berlino, con le voci Bulgare “Angelitè” e il RIAS Kammerchor, con gli amici della piccola Repubblica di Tuva, gli Hu Hun Hurtu, o altre sperimentazioni con diversi musicisti quali Enzo Favata, Luigi Lai, Totore Chessa, Mauro Palmas, Elena Ledda, Simonetta Soro, i Tenores de Bitti, Nguyen Le, Mola Sylla, Luciano Biondin, Paolo Fresu, Ernst Reijseger (con cui hanno partecipato alla registrazione della colonna sonora di due film di Werner Herzog: “The Wild Blue Yonder” e “White Diamond”) e, in ultimo il progetto “Voci Nomadi” con i cantanti mongoli Ganzoring e Tsogtgerel, un lavoro carico di suggestioni musicali, con le voci che, pur lontane geograficamente, si avvicinano e si fondono in maniera straordinaria.

 

Incontri, proiezioni e concerti a ingresso gratuito, posti limitati,
prenotazione obbligatoria

 followusisole-fb isole-instagram isole-youtubeisole-twit

CHIUDI
CHIUDI