Lunedì, 28 Luglio, 2014
   
testo

 

iva bittova

Iva Bittova

vedi video

Iva Bittova, nasce nella città di Bruntál, nord della Moravia, nel 1958. Cresce in un contesto familiare intriso di musica e arte. Il padre Koloman Bitto, famoso musicista di origine rom-ungheresi, suonava il contrabbasso, il dulcimer e la tromba; la madre Ludmila Bittova, era cantante e ballerina, le due sorelle sono anch'esse musiciste e ballerine. Dopo un periodo di nomadismo e di formazione musicale a Opava, si trasferisce a Brno - Repubblica Ceca - dove passa con estrema naturalezza dagli studi di musica, alla recitazione, al teatro d'avanguardia, lavorando come attrice a diversi film televisivi e produzioni radiofoniche.
Agli inizi degli anni ’80 investe tutte le sue energie sulla musica, studiando il violino con Rudolf St’astny (Janacek Academy) e, mutuando tecniche dalle scuole teatrali, specializzandosi su un uso non convenzionale della voce. Nel 1985 ha inizio la sua collaborazione con il batterista Pavel Fajt e con la punk-rock band Dunaj, registra Bittova+Fajt (lavoro fusion tra rock alternativo e musica rom) e getta le basi per la sua carriera solista. Il punto di svolta arriva con Svatba, registrato nel 1987 e prodotto per la Review Records, e quindi riprodotto e distribuito dalla ReR di Chris Cutler.
Il lavoro richiama l’attenzione di Fred Frith il quale coinvolge la Bittova nello splendido documentario Step Across the Border (1990). Questo comporta un’esposizione mediatica all’esterno dell’area est europea e un successo internazionale per l’artista della repubblica Ceca. Nel 1991 produce il solo Iva Bittova, seguito da River of Milk (primo lavoro prodotto negli Stati Uniti). Nel 1997 inizia un lavoro come interprete di musica classica contemporanea, in duo con Dorothea Kellerova (musiche di Bela Bartok). Segue la splendida collaborazione con Vladimir Vaclavek con cui incide Bile Inferno e che confluisce nella band Čikori.

Prosegue inoltre le sue incursioni nella musica improvvisata con collaborazioni con Fred Frith e Tom Cora. Iva bittova si distingue in tutti i suoi progetti con una musica costruita su melodie dolcissime e pennellate nervose che riportano a una realtà spiccatamente metropolitana, anche se le fughe in altre direzioni e le sorprese sono all'ordine del giorno.

Il solo di Iva Bittova è emozionante, intenso, capace di fondere poesia con il rumore, di trasmettere un trasporto fisico in cui non si ha separazione tra pratica strumentale e voce.

Attualmente vive tra il villaggio Lelekovice e Rhinebeck (New York).

 

 www.bittova.com

www.myspace.com/ivabittovadvd