Mercoledì, 23 Aprile, 2014
   
testo

L'Unione Sarda (03-09/2010)

scarica l'articolo in pdfUnione Sarda - sez. Gallura pag. 35 -  venerdì 3 settembre 2010:

 Manifestazione presentata ieri

"Isole che parlano" al ritmo degli anni '80
di Claudio Inconis

  Saranno gli anni Ottanta il tema centrale di "Isole che parlano", festival internazionale che quest'anno festeggia la quattordicesima edizione.
A partire da lunedì 6 settembre, gli spettacoli di "isole che parlano" occuperà i luoghi più rappresentativi e suggestivi di Palau, proponendo il tradizionale miz tra tradizione e innovazione che da sempre, contraddistingue il festival ideato dai fratelli Angeli e organizzato dall'associazione Sarditudine. L'evento culturale è stato presentato ieri ad Olbia nella sede della Provincia.
Durante i primi tre giorni del festival l'attenzione sarà dedicata al laboratorio didattico "Isole che parlano...ai bambini", in cui si proporrà «Un'esplorazione sonora per immagini di Palau e dei sentimenti che ispira - come spiega Nanni Angeli, direttore artistico insieme al fratello Paolo - E sarà un percorso che vedrà la creazione finale di un corto d'animazione di una sua colonna sonora che verrà ripresa nel corso della manifestazione».
I percorsi didattici saranno accompagnati da spettacoli serali e faranno da apripista per la programmazione musicale che prenderà il via giovedì alle 18,30, quando Adriano Orrù proporrà "Risacca" nella location di Cala Martinella.
«Gli ospiti di quest'anno sono chiaramente collegabili con la musica anni '80 - spiega Paolo Angeli - E spaziano dalla band underground londinese The Shark  fino ai Tenores di Bitti, proponendo un sound mai banale».
Come ogni anno, gli spettacoli saranno collocati nei luoghi naturali del paese, come la tomba dei giganti di Li Mizzani (venerdì 10) o la roccia di Capo d'Orso (sabato 11).
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito. Per informazioni sul programma completo:
www.isolecheparlano.it.