Edizione 2009

ISOLE CHE PARLANO
Festival Internazionale di Musica Teatro e Arti Visive
Fra Tradizione Popolare ed Eterodossia

XIII Edizione
Palau – 7/13 settembre 2009

Edizione 2009

Edizione 2009

 

 

 

Canzoni su assi di legno è il tema della XIII edizione del festival Isole che Parlano.

Le canzoni sono il cuore pulsante e gioioso del ‘vaudeville’ contemporaneo di Amanda Jayne and The Murder of Crows, della dolce vocalità di Ewa Wikström e i Dodó, del blues cupo che colora il recital di Leila Adu, sonorizzano il mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone di Michele Cafaggi.

Le assi di legno sono la base del carillon ‘bambola’ del Circus Delirium, costituiscono l’anima organologica degli archi al femminile del V.O. Quartet, sono il cuore ‘sottopelle’ delle percussioni della Fanfara Burek e del batterista Oriol Roca, sono le canne delle launeddas di Andrea Pisu e i tasti della fisarmonica di Bruno Camedda capitanati dall’eclettico Riccardo Pittau.
E poi ancora pugni di versi, dilatati (tra la campagna di San Giorgio e la Roccia dell’Orso) nei vocalizzi di su Contrattu de Seneghe e ‘a Cumpagnia ‘ (canti a paghjella della vicina Corsica).
E dopo una settimana animata nei laboratori a misura di bambini e vecchi da Noemi Bermani, Andrea Martignoni, Simone Ciani, Alessandra Angeli e Agostino Aresu, il cerchio si chiude con la follia balcanica e l’impeto solare della Boban y Marko Markovic Orkestra (guest Riccardo Pittau), anima e cuore dei capolavori di Emir Kusturica.

Fare 13 continua a sintetizzare, nel nostro immaginario, l’accesso a un mondo in cui la fortuna arriva dal cielo – generosa, rigogliosa, vitale – per sanare una vita terrena fragile e precaria.
Dai primi mesi del 2009 circa 10.000 migranti ogni mese hanno attraversato il deserto del Tenere per raggiungere l’Europa e l’Italia. Vengono dagli stati dell’Africa occidentale e centrale e raggiungono il Niger spesso con mezzi di fortuna. Gli scatti di Alfredo Bini ne immortalano il viaggio via terra che prosegue affidato a fragili assi di legno e a imbarcazioni precarie, vinte dal mare e dall’indifferenza ad occhi chiusi dell’occidente.
Sommando tutti i rituali scaramantici di cui siamo culturalmente in possesso, con il rito del saluto al mare affidiamo i loro sogni alla più dolce melodia atavica e alla bellezza del cielo stellato.

 

 

 

ISOLE CHE PARLANO
Festival Internazionale di Musica Teatro e Arti Visive
Fra Tradizione Popolare ed Eterodossia

XIII Edizione
Palau – 7/13 settembre 2009

 

Scarica il programma in formato pdf

 

Dal 7 al 9 Settembre
‘Isole che parlano…ai bambini’

A) Laboratori a misura di bambino
dalle ore 10,00 alle ore 13,00
a cura di Alessandra Angeli

Palazzo Fresi
‘Il suono della voce: memoria e futuro’
Laboratorio di VideoNarrazione condotto da Simone Ciani
(partecipanti di età compresa fra i 6 e i 7 anni)

Centro di documentazione
“Musicanimata’
Laboratorio di rimusicazione per corti d’animazione,
condotto da Noemi Bermani Andrea Martignoni.
(partecipanti di età compresa fra gli 8 e i 10 anni)

Oratorio
‘Formato Palau. Studio 1: I legni’
Laboratori di Teatro condotto da Agostino Aresu
(partecipanti di età compresa fra gli 11 e i 99 anni)

Mercoledì 9 Settembre
Ore 18.30
Centro di Documentazione, Oratorio e Giardino del museo etnografico
Presentazione pubblica dei Laboratori

B) Spettacoli a misura di Bambino

Lunedì 07 Settembre
Ore 21,00
Centro di documentazione
Notte Animata***
Serata dedicata al cinema di animazione
A cura di Andrea Martignoni

Martedì 08 Settembre
Ore 21.00
Palestra Scuole Elementari
‘Ouverture des Saponettes’*
di Michele Cafaggi (Italia)
Un eccentrico direttore d’orchestra vi porterà nel mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone.

Mercoledì 9 Settembre

Ore 21.00
Piazza Fresi
“Bambola’**
Circus Delirium (Spagna/Israele)
Spettacolo di Teatro Circo di e con
Estel Segui discipline aree
Sasha Agranov musiche

Giovedì 10 Settembre
Centro di Documentazione del Territorio
Ore 18,00
inaugurazione mostra fotografica
Trasmigrazioni
Un viaggio di migliaia di chilometri sulla pista transahariana per la Libia, percorso obbligato per chi tenta di entrare nella ‘fortezza Europa’ via Lampedusa.
di Alfredo Bini (Italia)
in collaborazione con Witness Journal
la mostra rimarrà aperta fino al 30 di Settembre

Piazza Fresi
Ore 22,00
V.O. QUARTET (Inghilterra/Canada/Irlanda del Nord) **
Naomi Wedman Violino
Rebecca Macauley Viola
Kirsten Tinkler Violino,voce
Frances Bartlett Violoncello

Venerdì 11 Settembre

Centro di Documentazione del Territorio
Ore 11,30
È-Migrazione
Incontro/lezione con
Leila Adu (Nuova Zelanada)
V.O. QUARTET (Inghilterra/Canada/Irlanda del Nord)

Tomba dei Giganti ‘Li Mizzani’
Ore 18,30
Ai Giganti#3 ***
Oriol Roca (Spagna)
Oriol Roca batteria,oggetti

Piazza Fresi
21,30
Leila Adu (Nuova Zelanda) ***
Leila Adu Solo organo a canne, piano elettrico e voce

Piazza Fresi
Ore 22,00
Dodó (Argentina/Svezia)*
Ewa Wikström voce, batteria, tromba, fisarmonica
Ivo Saint violino
Maru Di Pace chitarra, arpa.

Sabato 12 Settembre

Chiesa campestre di San Giorgio
Ore 11,30
È-Migrazione
Incontro/lezione con
Amanda Jayne (USA)
Ewa Wikström (Svezia)

Ore 12,45
Il primo canto
A Compagnia (Corsica)
Contrattu de Seneghe (Sardegna)

Ore 13,15
Pranzo campestre

Roccia dell’Orso
Ore 17,00
Di Granito IV Edizione***
Musiche tradizionali tra sacro e profano

A Compagnia (Corsica)
Claudiu Bellagamba siconda è bassu
Ghjilormu Casalonga siconda è bassu
Larenzu Barbolosi siconda è terza
Francescufilippu Barbolosi siconda è terza
Contrattu de Seneghe (Sardegna)
Antonio Maria Cubadda Pesadoe
Angelo Cubadda Contra e Basso di petto
Matteo Giusti Basso di gola
Demetrio Laconi Mesu Oghe
Giovanni Fais Contra
Andrea Pisu Launeddas (Sardegna)
Sonorizzazione della Roccia dell’Orso
dedicata a Pietro Sassu e Mario Cervo
In collaborazione con l’I.S.R.E.

Piazza Fresi
Ore 21,30
Immagino allora trIO***(Sardegna/Italia)
Riccardo Pittau Tromba
Andrea Pisu Launeddas
Bruno Camedda Fisarmonica

Ore 22,00
Amanda Jayne and The Murder of Crows (USA/Spagna/Israele)**
Amanda Jayne voce, fisarmonica
Claudia Gomez toy piano, giocattoli, voce
Paco Mendez chitarra e banjo
Sasha Agranov violoncello, sega
Marc Mena tromba
Miguel Serna contrabbasso
Oriol Roca batteria, oggetti

Domenica 13 Settembre
Centro di Documentazione del Territorio
Ore 11,30
È-Migrazione
Incontro/lezione con il fotografo Alfredo Bini (Italia)

Cala Martinella
Ore 18.30
Risacca#2
V.O. Quartet***

Piazza Fresi
Ore 21,00
Boban i Marko Markovic Orkestar (Serbia)***
Boban Markovic tromba e voce
Marko Markovic tromba e voce
Sasa Jemcic tromba
Srdjan Spasic tromba
Dragan Kocic flicorno
Asim Ajdinovic flicorno tenore
Isidor Eminovic flicorno tenore
Goran Spasic flicorno tenore
Mustafa Salimovic helicon
Nedzad Zumberovic percussioni
Sasa Stanojevic percussioni
Aleksandar Stosic percussioni
Guest
Riccardo Pittau tromba (Sardegna/Italia)

Spiaggia di Palau Vecchio
Ore 23,30
SALUTO AL MARE***

Dal 11 al 13 Settembre’In Transito’ vie e strade del Paese Fanfara Burek
Francesco Quero rullante
Giustino Mattia tuba
Roberto Vacca fisarmonica
Christian Ferlaino sax alto
Pietro Giorgio Simbola trombone
Rossella Buttazzi surdo

Dal 10 al 13 Settembre
Boca Marina internet Cafe
Dalle ore 24,00
Isole di NOT(t)E
Combinazioni eXtraordinarie
Dal 11 al 12 Dj set
13 Fanfara Burek e  artisti ospiti

ingresso gratuito a tutti gli incontri e i concerti

introduzione delle serate a cura di battiti Radio3-Rai

in caso di maltempo:
– i concerti pomeridiani si terranno al Centro di Documentazione del Territorio;
– lo spettacolo Bambola nella palestra delle scuole elementari;
– per i concerti serali in luogo da definirsi.

Legenda:
* prima regionale
** prima nazionale
*** produzione originale

 followusisole-fb isole-twit isole-youtube isole-gplus isole-instagrampinterest-icon