Festival Isole che Parlano 2012

Scarica il programma in formato pdf

 

 

Organizzare un festival è un gesto creativo: si disegnano programmi, si cerca la coerenza, la sorpresa, l’approfondimento, la freschezza…si cerca!

Nel 2012 abbiamo deciso di calibrare un’operazione culturale basandola sulle nostre energie. Preso atto dei fondi a disposizione, abbiamo ridotto il formato e lo abbiamo indirizzato su una formula che ci permetta di salvaguardare il nostro entusiasmo, e, allo stesso tempo, di dare respiro alle singole proposte.
È un edizione di transizione, in cui ribadiamo i contenuti espressi in 15 anni di festival, ma ci poniamo interrogativi. Siamo nati nel 1996 analizzando il rapporto tra tradizione e innovazione, indirizzando spesso le nostre scelte sulla commistione dei linguaggi.

Oggi il mondo è cambiato, noi siamo cambiati e sentiamo l’esigenza di adeguare Isole che Parlano al nuovo scenario globale. Siamo su un’isola nel cuore del mediterraneo e abbiamo un punto di vista privilegiato per capire quale proposta culturale possa attecchire in un contesto che non è il teatro di una capitale europea. La collocazione degli eventi nel territorio continua ad essere il punto di partenza necessario per innescare una percezione emotiva del fare arte, una fruizione “a pelle”, un modo per rendere sorprendente ciò che normalmente spaventa ed emozionante ciò che è considerato difficile.

Andiamo avanti, consapevoli che in un momento storico come questo, Isole che Parlano debba rispondere con intelligenza agli interrogativi posti dalla società, ridimensionando le pulsioni autoreferenziali e privilegiando un dialogo costruttivo; un festival aperto e ricettivo ma allo stesso tempo una manifestazione con una sua identità che tutela la sua storia, la rivendica, la utilizza per rilanciare con determinazione un’idea non convenzionale del fare cultura, abbattendo gli steccati tra alto e basso, popolare e sperimentale, semplice e complesso.

Ribadiamo: noi non siamo in crisi, vogliamo assaporare il presente e costruire il nostro futuro. Di crisi ne abbiamo vissuto decine, abbiamo conosciuto anni di resistenza che hanno contribuito a renderci più forti, elastici, consapevoli, sereni.

E con questa serenità vi aspettiamo sorridenti per la XVI edizione di Isole che Parlano!

Nanni e Paolo Angeli

 

…vai al programma

 

Nell’attesa della nuova edizione, alcuni “assaggi musicali” dallo scorso anno
…con una dedica che continua per te amico Lorenzo!

 

 

 followusisole-fb isole-twit isole-youtube isole-gplus isole-instagrampinterest-icon

CHIUDI
CLOSE